Caricamento

Grande successo nel fine settimana per i due eventi dal forte sapore heritage: Terre di Canossa e Motor Legend Festival.

Notizie dalla Motor Valley
Grande successo nel fine settimana per i due eventi dal forte sapore heritage: Terre di Canossa e Motor Legend Festival.

Dal 19 al 22 aprile si sono svolti nella Motor Valley due grandi eventi dal forte sapore heritage. Infatti, in contemporanea, fra le incantevoli strade Emiliane e sull’Autodromo Enzo e Dino Ferrari di Imola sono andati in segna rispettivamente: la celebre gara di regolarità tra auto d'epoca “Terre di Canossa” e “Motor Legend Festival” la grande kermesse legata alla cultura e alla velocità sportiva del passato.

 

Gran Premio Terre di Canossa

Un successo dentro e fuori dalla pista

Caratterizzata dall’inimitabile miscela di sport, passione, turismo, cultura, enogastronomia e serate uniche, tutto nel rispetto dell’ambiente. Il successo del Gran Premio “Terre di Canossa” organizzato dalla Scuderia Tricolore si è riscontrato non solo nelle piazze gremite al passaggio delle auto d’epoca, ma anche nei partecipanti entusiasti durante i quattro indimenticabili giorni di gara.

Ben 60 prove a cronometro e 6 prove di media hanno acceso la sfida tra i 105 equipaggi iscritti. Le premiazioni hanno avuto luogo a Reggio Emilia, presso la sede del main partner Ruote da Sogno. Sul terzo gradino del podio della classifica finale assoluta sale l’equipaggio 10, John Houtkamp e Chelly Houtkamp, su Lancia Lambda Tipo 223 corto spider del 1928, il secondo posto va all’equipaggio 3, Fabio Salvinelli e Guido Ceccardi, su Fiat 514 MM del 1930, mentre si aggiudica la vittoria, per il sesto anno consecutivo, il campione Italiano in carica, Andrea Vesco navigato da Manuela Tanghetti su Fiat 508 S Balilla Sport del 1934.

 

Motor Legend Festival 

La prima edizione in Italia porta a casa un successo 

Per il Motor Legend Festival è stata invece la prima edizione sul territorio italiano e senza tanti giri di parole si è trattato di un grande successo. L’Autodromo internazionale Enzo e Dino Ferrari di Imola ha infatti registrato la presenza di oltre 20.000 spettatori da venerdì a domenica. Una giornata, quella conclusiva, con gare e incontri con i campioni del passato e impreziosita dall’esibizione in pista di Jackie Ickx e Riccardo Patrese, rispettivamente al volante della Ferrari 312 B e della Brabham BT49.

La dichiarazione del Direttore Autodromo, Pier Giovanni Ricci

“Non poteva esserci un’apertura migliore della nostra stagione motoristica con un evento come quello del Motor Legend Festival. In questi tre giorni abbiamo potuto riassaporare il gusto di momenti leggendari, di passione pura, che hanno visto il nostro Autodromo grande protagonista, con marchi automobilistici prestigiosi presenti a partire dalla Ferrari”. Ha dichiarato al termine dell’evento il Direttore Autodromo Pier Giovanni Ricci.