Caricamento

Adriano, Bruno e Marcello: il sogno dei fratelli Ducati

Racconti dalla Motor Valley
Adriano, Bruno e Marcello: il sogno dei fratelli Ducati

La Ducati, all’epoca conosciuta come Società Scientifica Radio Brevetti Ducati, venne fondata il 4 Luglio 1926 dai tre fratelli bolognesi Adriano, Bruno e Marcello Cavalieri Ducati, coadiuvati dal padre Antonio.

Spinti dal grande entusiasmo generato dalle scoperte tecnologiche del famoso concittadino Guglielmo Marconi, Premio Nobel e padre della trasmissione radio, iniziarono la produzione di un piccolo condensatore chiamato "Manens" in un laboratorio situato nel centro di Bologna, dove lavoravano insieme a due operai e una segretaria. Nell’arco di soli dieci anni la Ducati si ingrandì enormemente e la produzione si trasferì a Borgo Panigale, dove lavoravano circa 1.600 dipendenti, diventando una delle più grandi realtà industriali dell’epoca.

Durante la Seconda Guerra Mondiale la fabbrica fu distrutta e i fratelli Ducati decisero di introdurre, nel 1946, la produzione del primo prodotto motociclistico, il micromotore ausiliario "Cucciolo", ideato per sopperire alle necessità di mezzi di trasporto economici, e di facile utilizzo (il Cucciolo era applicabile ai telai delle comuni biciclette).

Nel 1948, i fratelli Ducati cedettero la proprietà alle partecipazioni statali, che continuarono e svilupparono la produzione motociclistica a Borgo Panigale fino al 1984.    

Scopri altri racconti

Racconti correlati

Fabio Taglioni: il telaio a traliccio come ultimo atto di 30 anni in Ducati

Esplora la trentennale carriera da progettista di Fabio Taglioni e il suo apporto alla Ducati, conclusasi con la realizzazione del telaio a traliccio, una delle tre “colonne portanti” della tradizione motociclistica della casa motoristica di Borgo Panigale.   

Leggi di più