Caricamento

Piccolo museo della moto Bariaschi

Il Piccolo Museo della Moto di Emilio Bariaschi comprende le motociclette protagoniste della motorizzazione di massa tra la fine della seconda guerra mondiale e il 1965.

Una collezione in grado di raccontare gli anni ruggenti del motociclismo in Italia. Periodo in cui la Gilera, la Moto Guzzi e la MV sono diventate famose in tutto il mondo. 

A ricordare questo splendido periodo ha provveduto Emilio Bariaschi, il collezionista di Guastalla, che ha sentito l’esigenza di condividere questa sua passione con il pubblico.

Piccolo museo della moto Bariaschi

Visita il Piccolo museo della moto Bariaschi

Prenota la tua visita contattando il museo

Informazioni

Il Museo si trova in Via S. Giuseppe, 16/A a Guastalla (RE), a circa 30 km da Parma, Reggio Emilia e Mantova.

Orari di apertura
Tutti sabato dalle ore 10.30 alle ore 12.30.
I restanti giorni solo su prenotazione al num. 338 8969989

L'Esposizione

Il museo, in 4 padiglioni per complessivi 650 mq., raccoglie 182 pezzi di 41 marchi diversi dell’industria motociclistica italiana e qualcuno dei più importanti esempi dell’industria europea.

Esemplari significativi che hanno messo in moto la passione degli italiani a partire dalla fine della Seconda Guerra Mondiale, sia nell’uso quotidiano, sia per le competizioni. La Milano-Taranto e il Motogiro d’Italia hanno costituito, col passaggio sulle strade italiane, un potente strumento di promozione del motorismo.

Il percorso museale ha lo scopo di illustrare didatticamente l’evoluzione della tecnica motoristica italiana dall’immediato dopoguerra fino agli anni del boom e del benessere economico.

È possibile accedere ad una saletta dove vengono proiettati filmati di competizioni motociclistiche 
degli anni 50-60-70.

I visitatori saranno accompagnati da una guida addetta alle spiegazioni di carattere tecnico.

Gallery