Caricamento

L' ACI Racing Weekend scende in pista all'Autodromo Internazionale Enzo e Dino Ferrari di Imola.

Notizie dalla Motor Valley
L' ACI Racing Weekend scende in pista all'Autodromo Internazionale Enzo e Dino Ferrari di Imola.

Appuntamento questo fine settimana all’Autodromo Internazionale Enzo e Dino Ferrari con l’ACI Racing Weekend. In pista oltre 170 piloti suddivisi in sette categorie: Campionato Italiano Gran Turismo Endurance, Italian F4 Championship, TCR Italy, Campionato Italiano Sport Prototipi, Porsche Carrera Cup Italia, Mini Challenge, Top Jet F2000 Italian Trophy.

La manifestazione si svolgerà a porte chiuse, con diretta TV (canale 228 di Sky MS MotorTV) e live streaming sul sito di ACI Sport e sulle pagine social dei rispettivi campionati.

Il dettaglio dei campionati in pista a Imola

Saranno 18 gli equipaggi al via della seconda prova del Campionato Italiano Gran Turismo Endurance, in cui spiccano la presenza del pilota ufficiale BMW Motorsport Bruno Spengler che affiancherà Stefano Comandini e Marius Zug, l’arrivo di due Porsche GT3 R del team tedesco Herberth Motorsport e la partecipazione del campione 2013, Vito Postiglione, con i colori Audi, che affianca i leader del campionato Riccardo Agostini e Daniel Mancinelli. 

Sono ben 24 i giovani talenti che si sfideranno nell’Italian F4 Championship, e fra questi 17 rookie, cioè alle prime esperienze in monoposto dopo la fondamentale scuola del karting. Due piloti in più rispetto alla gara di apertura, che ha visto le vittorie di tre piloti italiani provenienti dai corsi della Scuola federale ACI Sport, Minì, Pizzi e Rosso, il primo tra l’altro parte del programma ACI team Italia.

Il TCR Italy approda a Imola per il suo terzo round stagionale, con  25 piloti al via. Molta attesa per la sfida ai vertici della classifica, fra il due volte campione italiano Salvatore Tavano su CUPRA della Scuderia del Girasole, che lo scorso anno a Imola ha fatto doppietta, Marco Pellegrini su Hyundai del team Target Competition, attuale leader della classifica, e le new entry di quest’anno, Eric Brigliadori, reduce da una doppietta a Misano su Audi di BF Motorsport, e Felice Jelmini sulla Hyundai.

Nel campionato italiano TCR Italy DSG, Michele Imberti su CUPRA di Elite Motorsport dovrà difendere la leadership dagli attacchi del rientrante campione in carica Eric Scalvini su CUPRA della Scuderia del Girasole, ma anche da Alessandro Giardelli, alla prima uscita sulla Honda di MM Motorsport, e da Matteo Poloni, su Audi.

Alla sua terza tappa il Campionato Italiano Sport Prototipi già accende la lotta al vertice dove il nuovo capoclassifica, Danny Molinaro, deve fronteggiare un lotto di avversari temibilissimi. Se infatti il giovane cosentino si è issato in vetta grazie al bis nell’ultimo round di Misano, il suo diretto inseguitore, Lorenzo Pegoraro, vuole lasciarsi alle spalle un secondo atto a digiuno completo. 

Con due piloti, Gianmarco Quaresmini e Simone Iaquinta, racchiusi in un solo punto in vetta alla classifica generale, la Porsche Carrera Cup Italia disputerà all’Enzo e Dino Ferrari il suo terzo atto stagionale. Posizioni ancora ravvicinate anche nella Michelin Cup con Pastorelli al comando che precede di sei lunghezze Randazzo, e nella Silver Cup dove tre piloti, Mercurio, Biolghini e Scarpellini, sono a pari punti in vetta alla graduatoria.

Al via anche il terzo round del MINI Challenge, che dopo i primi due weekend di gare vede il campione in carica Gustavo Sandrucci al comando della classifica provvisoria. A dargli filo da torcere sul circuito di Imola, un plotone di avversari, capitanati da Tobia Zarpellon, Ivan Tramontozzi e Alessio Alcidi. Nella stessa griglia di partenza, ma con classifica separata, anche i giovanissimi del Challenge Academy, seguiti dall’ex pilota di F1 Gianni Morbidelli, dove il pilota da battere è Giorgio Amati.

Infine, secondo round della stagione per l’F2000 Italian Trophy, la serie ideata dal campione di rally Piero Longhi e da Sergio Terrini e che schiera in pista le monoposto di F2, con una folta partecipazione di piloti austriaci. Al comando della classifica assoluta dopo il debutto al Mugello c’è Dino Rasero.