Caricamento

La Modena Cento Ore accende i motori. Dal 4 all'8 giugno la Motor Valley ospita le gare per auto storiche.

Notizie dalla Motor Valley
La Modena Cento Ore accende i motori. Dal 4 all'8 giugno la Motor Valley ospita le gare per auto storiche.

Prende il via da Rimini la Modena Cento Ore 2019. Dal 4 all'8 giugno la manifestazione animerà la Motor Valley per cinque giornate all'insegna dell'Heritage.

Gare di velocità e regolarità, per un evento che vede la presenza di 105 equipaggi iscritti, provenienti da 22 nazioni. La gara può contare tra i suoi partecipanti anche di 40 donne, che portano così la “quota rosa” ad un più che soddisfacente 19%.

I marchi e i circuiti

Sono 24 i marchi presenti. La casa più rappresentata è Porsche, con 27 vetture, seguita da Ferrari, 18 vetture, Jaguar, 12, e Alfa Romeo con 11 vetture. L'auto più anziana iscritta è la Jaguar XK 120 OTS del 1950 dell’equipaggio Francois Pourcher – Simon Le Bon, che partecipa alla gara nella sezione regolarità, mentre la vettura più recente è l’Aston Martin V8 Zagato del 1986 dell’equipaggio John Dennehy – Paul Halford.     

Sono 3 i circuiti della Motor Valley che ospitano la Modena Cento Ore: il Misano World Circuit, l'Autodromo Internazionale Enzo e Dino Ferrari di Imola e l'Autodromo di Modena. La grande novità di questa edizione è la gara in notturna. Sarà Misano infatti, nella notte del 5 Giugno a portare al debutto questa nuova, emozionante prova della Modena Cento Ore.    

L’edizione 2019 prevede, per la sezione velocità, 11 prove speciali su strada chiusa, 3 GP ed una super-prova speciale. Per la regolarità, sono invece in programma 11 prove di media ed 12 prove cronometrate. In totale saranno 1065 i chilometri da percorrere, suddivisi nei 4 giorni di guida.