Caricamento

Il maltempo non ferma la passione. A Imola oltre 72.000 le presenze nella tre giorni di Superbike.

Notizie dalla Motor Valley
Il maltempo non ferma la passione. A Imola oltre 72.000 le presenze nella tre giorni di Superbike.

Il maltempo della domenica, che ha portato alla cancellazione di gara 2 SBK e quella conseguente della Supersport 300, non ha sminuito il successo di questo quinto round del Mondiale Superbike disputatosi all’Autodromo Internazionale Enzo e Dino Ferrari di Imola. Sono state infatti 72.113 le presenze nei tre giorni, a riprova di quanto l’appuntamento di Imola continui ad essere uno dei più seguiti dell’intero campionato.

Il protagonista: Jonathan Rea

Per quanto riguarda il programma racing, Jonathan Rea su Kawasaki ha confermato il suo grande feeling con il tracciato imolese, aggiudicandosi anche la Superpole Race dopo aver conquistato gara 1 di sabato. L’unico che aveva dimostrato di avere un passo gara al suo livello era Chaz Davies (Ducati), ma il gallese ha commesso un errore all’ultima chicane nelle fasi iniziali mentre era al comando, compromettendo le sue chance di vittoria nonostante una decisa rimonta premiata col sorpasso sul compagno di squadra Alvaro Bautista.

Nel campionato SS600, non è riuscita a Federico Caricasulo (Yamaha) l’impresa di bissare il successo di Assen. Il pilota ravennate ci è andato molto vicino ma un problema alla sua moto gli ha impedito di difendersi dall’attacco del compagno di squadra Randy Krummenacher all’ultimo giro. Giornata positiva per gli italiani con Raffaele De Rosa (MV Agusta) terzo e Ayrton Badovini (Kawasaki) quinto.