Formula 1, Pirelli Gran Premio Del Made In Italy e Dell’Emilia-Romagna: i numeri del successo organizzativo. | Motor Valley • Il sito della Terra dei Motori dell’Emilia-Romagna Formula 1, Pirelli Gran Premio Del Made In Italy e Dell’Emilia-Romagna: i numeri del successo organizzativo. – Motor Valley • Il sito della Terra dei Motori dell’Emilia-Romagna
back to top

Formula 1, Pirelli Gran Premio Del Made In Italy e Dell’Emilia-Romagna: i numeri del successo organizzativo.

Notizie dalla Motor Valley

A soli sei mesi di distanza dal ritorno della Formula 1 a Imola dopo 14 anni, il nuovo appuntamento con la Formula 1 ha ribadito il nuovo successo organizzativo del Pirelli Gran Premio del Made in Italy e dell’Emilia-Romagna,

Un successo che ha premiato la piena e totale sinergia tra le forze scese in campo, con Governo, ACI, Regione Emilia-Romagna, Comune di Imola e CON.AMI che hanno operato in perfetta collaborazione e dove Formula Imola ha rivestito ovviamente il ruolo di braccio operativo. Sono numeri importanti quelli che sono stati messi in campo perché tutto si svolgesse nel migliore del modi, che hanno dimostrato ancora una volta come professionalità, competenza, organizzazione, unite come sempre ad una grande passione, generino questo tipo di successo.

Scendendo nello specifico della organizzazione tecnico-logistica, per quanto riguarda l’attività di pista sono stati oltre 600 gli addetti ai lavori giornalmente nei tre giorni dell’evento, a partire dai 320 commissari di percorso del Marshal’s Team, coadiuvati dagli oltre 100 “Leoni” della CEA, che si occupano del sevizio antincendio; 35 gli addetti a carroattrezzi, recupero piloti e sollevatori telescopici Manitou, 30 addetti a comporre la squadra di pronto intervento. La sicurezza sanitaria è stata assicurata da oltre 100 persone, tra medici e soccorritori.

Altrettanto importanti sono i numeri di personale e mezzi impiegati per la preparazione dell’evento, che hanno lavorato nella settimana del Gran Premio. Parliamo di 40 persone addette al facchinaggio e al posizionamento delle varie strutture logistiche; 35 che hanno provveduto alla brandizzazione dell’Autodromo internazionale Enzo e Dino Ferrari; 20 giardinieri, 12 tecnici informatici, 20 addetti alle pulizie, Una “macchina” che ha provveduto a posizionare 25 km di cavi elettrici, 50 km di fibra ottica, 80 prefabbricati per il personale F1 e FIA, 3 km di transenne, 50 isole ecologiche.

Infine, la sicurezza dell’evento è stata assicurata da oltre 170 persone del servizio d’ordine della Top Secret, coadiuvate dalle Forze dell’Ordine, che hanno messo in campo oltre 300 tra agenti e militari di Polizia di Stato, Carabinieri, Polizia Municipale e Guardia di Finanza, senza dimenticare il prezioso contributo delle persone della Protezione Civile.

Dettagli
notizia
Organizzazioni Coinvolte