Caricamento

"Ferrari alfista": le origini del mito al Motor Valley Fest.

Notizie dalla Motor Valley

Grandi emozioni a Motor Valley Fest, nel corso della conferenza organizzata dal Museo Storico Alfa Romeo di Arese a Palazzo Rangoni Machiavelli a Modena, in occasione del 90° anniversario della fondazione della Scuderia Ferrari.

Titolo della conferenza, “Ferrari Alfista: la straordinaria vicenda di Lotario Rangoni Machiavelli”: un viaggio nella storia del mito in compagnia di Lorenzo Ardizio, curatore del Museo Alfa Romeo, e Claudio Rangoni Machiavelli, che ha approfondito il legame tra Alfa Romeo, Enzo Ferrari e il marchese Lotario Rangoni Machiavelli.

«Un legame che continua ancora oggi»

L’incontro, introdotto dal sindaco di Modena Gian Carlo Muzzarelli e moderato da Lorenzo Boscarelli, presidente dell’Associazione nazionale per la storia dell’Automobile (A.I.S.A), ha visto la partecipazione straordinaria dell’ingegnere Piero Ferrari. «Durante la guerra – ha ricordato – mio padre Enzo costruiva macchine utensili, ma gli rimaneva il sogno di costruire una macchina sua. Il legame tra Alfa Romeo e Ferrari continua ancora oggi: non a caso l’Alfa Romeo partecipa alla Formula1 con motori Ferrari. E c’è anche un legame con il territorio perché la Casa di Arese produce i suoi motori a Modena».

Fino a domenica 18 maggio, nel cortile del palazzo settecentesco resteranno esposte due auto la cui storia è strettamente collegata a Enzo Ferrari: la RL Targa Florio e la 8C 2300 Mille Miglia, sulla quale comparve per la prima volta lo stemma della Scuderia Ferrari, alla 24 Ore di Spa-Francorchamps del 1932.

Dettagli
notizia
Emilia Romagna Map Pointer MO