back to top

F1, l'ascesa di Carlos Sainz Junior; dall’Autodromo Riccardo Paletti ai GP internazionali con la Scuderia Ferrari.

Notizie dalla Motor Valley

Era il febbraio 2010 quando sull’Autodromo Riccardo Paletti di Varano de' Melegari, il figlio d'arte spagnolo Carlos Sainz Jr. effettuò nella Motor Valley il suo primo test con una monoposto; una Formula BMW del team italiano Eurointernational.

“Mi trovo benissimo su questo circuito, mi piace molto perché mette a dura prova sia il fisico dei piloti che la meccanica delle vetture”, raccontò a motori spenti il futuro ferrarista dopo che sull’Autodromo parmense riuscì ad avvicinare il record di categoria nonostante la nebbia e le basse temperature del periodo.

 

 

A guardarlo crescere e migliorare curva dopo curva nella Terra dei Motori, c’era suo padre, Carlos senior, due volte campione del mondo rally e fresco vincitore della sua prima Dakar.

Era l'inizio di un lungo cammino - quello di Carlos Sainz Jr. - culminato nel titolo 2014 della Formula Renault 3.5 che convinse la Red Bull a promuoverlo nel Circus per il 2015, al fianco di Max Verstappen in Toro Rosso. Hanno fatto seguito i capitoli in Renault e McLaren, con una costante crescita nei risultati, al punto da ricevere ora e a soli 25 anni la chiamata dalla Casa automobilistica del Cavallino Rampante e un contratto biennale che lo legherà alla Scuderia Ferrari per le stagioni 2021 e 2022.  

Dettagli
notizia
Organizzazioni Coinvolte