Caricamento

Collezione dell'Automobile Bandini

La Bandini è stata una casa automobilistica italiana la cui attività, iniziata nel 1946, è terminata il 12 aprile 1992 con la scomparsa del suo fondatore, l’ingegner Ilario Bandini.

Le caratteristiche dell’azienda erano quelle di un’attività artigianale con produzione di sole 75 auto, tutte sviluppate per competizioni, che presentano notevoli differenze tra un esemplare e l’altro rendendole nella maggior parte dei casi pezzi unici.

Sono ancora gli eredi a custodire le vetture realizzate da Ilario Bandini. La collezione è infatti curata dal “Registro Storico Bandini”.

Collezione dell’Automobile Bandini

Visita la collezione Bandini

Le visite alla collezione sono possibili solo su appuntamento

Informazioni

La collezione Bandini si trova in via del Braldo 80, Rovere (FC).

Orari di apertura
aperto tutte le mattine (sabato e domenica compresi) su appuntamento telefonico allo 0543 67448
Per effettuare una visita alla collezione è necessario prenotarsi telefonicamente.

La collezione

Nei locali in cui sono state costruite e restaurate le ultime vetture di Ilario sono esposte:

  • la 750 Sport Siluro del 1950 “cycle fender” (con parafanghi di tipo motociclistico) con carrozzeria Motto e propulsore Bandini 750;
  • la 750 Sport Siluro del 1953 con telaio, motore e carrozzeria Bandini, la 750 corsa (Formula 3) del 1954 con telaio, motore e carrozzeria Bandini (conservata);
  • la 750 GT del 1955 con telaio e motore Bandini, carrozzeria Zagato (esemplare unico);
  • la 750 Sport Siluro del 1956 con telaio, motore e carrozzeria Bandini, due 750 Sport Internazionale “soponetta” del 1956 e del 1957 con telaio, motore e carrozzeria Bandini, la F. Junior del 1960 esemplare unico a sospensioni posteriori indipendenti, telaio, carrozzeria Bandini, motore Fiat 1.100/103 elaborato;
  • la Sport 1.000 del 1966 con telaio, motore e carrozzeria Bandini (conservata), la Sport Prototipo 1000 V del 1970 con telaio, motore, carrozzeria Bandini (conservata);
  • la Sport Prototipo 1.300 del 1980 con telaio, carrozzeria, motore 1.300 cm3 a iniezione 16 valvole Bandini;
  • la Berlinetta 1000 Turbo con telaio, carrozzeria, motore 1.000 cm3 a iniezione 16 valvole Badini, del 1992, ultima motore 16 valvole Bandini.

Gallery

Scopri i racconti

Racconti correlati

Ilario Bandini: da Forlì agli Stati Uniti

Scopri la storia di Ilario Bandini, dagli inizi come meccanico di un’officina forlivese, ai primi passi come pilota, sino alla laurea honoris causa in ingegneria meccanica conferitagli dall’Università di New York.

Leggi di più